Postato il Aggiornato il

venerdì, 23 settembre 2011
LE STRADE DELLA POESIA – 3° EDIZIONE ; 24 e 25 settembre 2011
IL COMUNE DI GUARDIA LOMBARDI

IN COLLABORAZIONE CON:

C.C.E.P. – UNLA – Guardia Lombardi
BIBLIOTECA COMUNALE – associata UNLA – Guardia Lombardi
MUSEO DELLA TECNOLOGIA, DELLA CULTURA E DELLA CIVILTÀ CONTADINA DELL’ALTA IRPINIA – Guardia Lombardi
FORUM DEI GIOVANI – Guardia Lombardi
PRO-LOCO “DARIO DI VIVO” – Guardia Lombardi
ASS. CULT. CIVITAS LONGOBARDORUM TERZO MILLENNIO – Guardia Lombardi
PREMIO CIVETTA DI MINERVA -ANTONIO GUERRIERO – Summonte
ASS. CULT. LOGOPEA – Avellino
DELTA 3 EDIZIONI – Grottaminarda

TI INVITA A

——————————————————————————————–

LE STRADE DELLA POESIA – 3° EDIZIONE
POESIA DELLA TERRA
24-25 SETTEMBRE 2011

———————————————————————————————

GUARDIA LOMBARDI (AV)

LE STRADE DELLA POESIA – III EDIZIONE (POESIE DELLA TERRA)

PROGRAMMA

SABATO 24 SETTEMBRE

Ore 16,00 – INCONTRO IN PIAZZA VITTORIA
Benvenuto a cura di Emanuela Sica
Inizio percorso con poesie esposte e lettura itinerante
a cura dell’Ass. Cult. LOGOPEA di Armando Saveriano

Ore 18,00 – SALA CONSILIARE VIA ROMA
Incontro con Franco Buffoni sul tema: “La poesia della terra”

Saluti di benvenuto:
Michele Di Biasi
(Sindaco)
Rina Boniello
(Presidente dell’UNLA – Assessore alla Cultura)
Federico Magnotta
(Direttore del Museo della Tecnologia, della Cultura e della Civiltà Contadina dell’Alta Irpinia)
Gerardo Di Leo
(Presidente Ass. Cult. Civiatas Longobardorum Terzo Millennio)
Domenico Cipriano
(curatore de «Le strade della poesia»)

proiezione del video ‘Novembre 1980-2010’
a cura di Anna Ebreo

intervento di Franco Buffoni
(Università degli studi di Cassino)

coordina Generoso Picone (Direttore de Il Mattino di Avellino)

Ore 21,00 – A CENA CON I POETI
Presso il Ristorante-Pizzeria SAPORI D’ITALIA
(menù a prezzo fisso, €.15,00: antipasto, secondo, contorno, bevande: prenotazione obbligatoria: cell.370.7119623)

Durante la giornata sarà allestito uno stand con libri di poesia
a cura del Forum dei Giovani di Guardia Lombardi e una mostra con le foto del premio Civetta di Minerva – Antonio Guerriero a cura dell’Associazione Spazio Incontro di Summonte
DOMENICA 25 SETTEMBRE

Ore 9.30 – LETTURE E COLAZIONE – Centro Storico – cortile Palazzo Santoli
(Durante l’incontro saranno offerti cornetti e caffè)

Nella mattinata sarà possibile visitare il Museo della Tecnologia, della Cultura e della Civiltà Contadina dell’Alta Irpinia, sito nel centro storico, e partecipare alla vita del paese che si caratterizza per lo svolgimento del mercato domenicale.

Ore 13,00 – A PRANZO CON I POETI
Presso il Ristorante IL CACCIATORE
(menù a prezzo fisso: €.15,00 – bevande escluse: primo, secondo e contorno – prenotazione obbligatoria: tel. 0827 41019)
Ore 16,00 – LETTURE SUL SAGRATO– Chiesa Madre Santa Maria delle Grazie

Ore 17,00 – intermezzo con taralli e vino

Ore 18,00 – LETTURE AL TRAMONTO – Piazza Vittoria
(il sole tramonta alle 18,54)

———————————————————————————————-
Coordinano le letture Raffaele Barbieri, Emanuela Sica

Incursioni sonore dei PIANOPERCUTROMBA
(Carmine Cataldo, Fabio Lauria, Paolo Godas)
———————————————————————————————–

Ore 19,30 – SALA CONSILIARE VIA ROMA
Riflessioni a margine
saluti del presidente del Forum dei Giovani di Guardia L.: Gerardo Castellano
Interventi: Franco Arminio, Cosimo Caputo, Felice Casucci, Claudia Iandolo e Paolo Saggese
coordina: Giandonato Giordano
conclusioni: Domenico Cipriano

Durante tutta la giornata le poesie sono esposte lungo il percorso del centro storico.

In caso di pioggia, tutti gli appuntamenti si terranno presso la Sala Consiliare in Via Roma.

RISTORAZIONE

RISTORANTE “IL CACCIATORE”
Via Nazionale, Guardia Lombardi (AV)
Tel. 0827 41019 – web: http://ilcacciatore.4000.it/

RISTORANTE-PIZZERIA SAPORI D’ITALIA
Via Santa Maria, 2 – Guardia Lombardi (AV)
cell.370.7119623

PIZZERIA BAR ITALIA
Via Borgo, 217- Guardia Lombardi (AV)
tel. 0827.41265

PIZZA DA ASPORTO – MAIORANO
Via Roma, 3 – Guardia Lombardi (AV)
tel. 0827.41372

HOTEL E B&B

HOTEL S. MARTINO
via Borgo, Guardia Lombardi (AV)
Tel. 0827. 41803 – cell.

HOTEL BELLA MORRA ***
via Montecalvario, 64 – Morra De Sanctis (AV) a 7 km da G. L.
tel. 0827 43591 – e-mail: bellamorra@tiscali.it
web: http://www.hotelbellamorra.it

HOTEL ZIA ALFONSINA***
via Marconi 17/19 – Lioni (AV) – a 16 km. da G.L.
tel. 0827 46708 e-mail: giriccardi@tiscali.it
web: http://www.albergoziaalfonsina.com/

ROOMS LIONI (B&B)
contrada Cerrete – SS.7 – Lioni (AV) – a 12 km. da G.L.
tel. 0827.270213 e-mail: info@roomslioni.com
web: http://www.roomslioni.com

AGRITURISMI – COUNTRY HOUSE
IL SERRONE COUNTRY-HOUSE
c.da Serrone – Guardia Lombardi (AV)
tel: 0827 41629 – E-mail: info@servizitif.it

AGRITURISMO RICCIARDI
c.da Fossi – 83040 – Guardia Lombardi (AV)
Tel.: 3393776238

AGRITURISMO A’ RECCIA
Contrada Piani Mattine, 172 – Guardia Lombardi (AV)
tel. 0827.1810290 – cell. 339.3028280

AGRITURISMO FORGIONE
c.da Carmasciano, 12 (ss. 303), Rocca San Felice (AV) – a 4 km. da G. L.
tel. 0827 215107 – 0827 1810555 – cell. 349 1556271 – 328 4211707
e-mail: info@agriturismoforgione.it – web: http://www.agriturismoforgione.it

AGRITURISMO MARTONE
c.da Piani, Rocca San Felice (AV) – a 5 km. da G. L.
Tel. 0827.45232 – Cell. 3338173859

AGRITURISMO FONTANA MADONNA
Via Fontana Madonna – Frigento (AV) – a 14 km. da G.L.
tel.: 0825 444647 – cell: 333 7969793 – e-mail: info@fontanamadonna.it
web. http://www.fontanamadonna.it

COME RAGGIUNGERCI

Il comune si trova a 25 km dall’autostrada A/16 (Napoli-Bari) con uscita al casello di Grottaminarda e a 1 km dalla nazionale S.S. 303 (bivio Guardia Lombardi)

Per chi viene dall’Ofantina bis: uscita Lioni e seguire le indicazioni Guardia Lombardi per 15 km

Per informazioni:
Biblioteca Comunale: tel. 0827.41297
e-mail: stradepoesia@yahoo.it

Servizio autolinee e orari nella provincia di Avellino
http://www.air-spa.it
———————————–

C’E’ DA VEDERE

MUSEI

Museo della Tecnologia, della Cultura e della Civiltà Contadina dell’Alta Irpinia

CHIESE

Chiesa Madre Santa Maria delle Grazie (custodisce le spoglie di San Feliciano)
Chiesa di San Vito martire, Chiesa S. Maria dei Manganelli, Chiesa di San Pietro
CASE GENTILIZIE

Casa Forgione (ex Palazzo Ducale)
Casa Santoli (Casa natale del Patriota Giovannatonio Cipriani)
Casa Di Pietro

MONUMENTI
Monumento ai caduti (Piazza Vittoria)
Croce (Villa Comunale)
Pietra degli insolventi (Via Roma)

FONTANE

Fontana Beveri, Fontana Santa Maria dei Manganelli, ecc.

http://www.comune.guardialombardi.av.it

I poeti che hanno aderito:

Domenico Alvino, Dora Celeste Amato, Giuseppina Amodei, Marco Annicchiarico, Luca Ariano, Franco Arminio, Raffaele Barbieri, Paolo Battista, Mariella Bettarini, Natasha Bondarenko, Andrea Breda Minello, Franco Buffoni, Gaetano Calabrese, Maria Grazia Calandrone, Domenico Cambria, Caterina Camporesi, Giuseppe Carracchia, Giovanni Catalano, Cosimo Caputo, Maria Caputo, Domenico Cassese, Felice Casucci, Carmine Cataldo, Ettore Cicoira, Domenico Cipriano, Rino Cipriano, Anna Ciufo, Maurizio Clementi, Francesco Condemi, Floriana Coppola, Giustina Coppola, Guido Cupani, Fabio Dainotti, Vincenzo D’Alessio, Leone D’Ambrosio, Claudio Damiani, Maria Stella D’Amico, Caterina Davinio, Ottaviano De Biase, Carmine De Falco, Sonia De Francesco, Candido De’ Franchi, Marco De Gemmis, Marco Degli Agosti (Ed Warner), Fortuna della Porta, Maria Laura della Rosa Antonellini, Gabriele De Masi, Paola De Lorenzo Ronca, Luigi De Paola, Aldina De Stefano, Arnold de Vos, Giuseppe Di Biasi, Sonia Di Furia, Alessandro Di Napoli, Adele Di Pietro, Francesco Di Sibio, Stelvio Di Spigno, Germana Duca Ruggeri, Lucia Duraccio, Riccardo Duranti, Enrico Fagnano, Narda Fattori, Francesco Filia, Claudio Finelli, Ulisse Fiolo, Gennaro Alessandro Fischetti, Fabio Franzin, Mario Fresa, Vincenzo Frungillo, Lucia Gaeta, Monia Gaita, Serenella Gatti, Andrea Garbin, Gerardo Genovase, Anna Gialanella, Antonio Gizzo, Antonietta Gnerre, Franco Gordano, Domenico Gramaglia, Carmine Grasso, Incoronata Graziosi, Fausta Grella, Gerardo Iandoli, Claudia Iandolo, Amerigo Iannacone, Alfredo Imparato, Giovanna Iorio, Giuseppe Iuliano, Letizia Leone, Giuseppina Lesa, Maria Luigia Longo, Gianmario Lucini, Eugenio Lucrezi, Rossella Luongo, Bianca Madeccia, Vincenzo Maffeo, Nina Maroccolo, Maria Cristina Marra, Michele Marra, Ketti Martino, Maira Marzioni, Barbara Miceli, Vera Mocella, Giorgio Moio, Franca Molinaro, Carmine Montella, Alberto Mori, Giovanni Moschella, Ivano Mugnaini, Alfonso Nannariello, Giuseppe Napolitano, Maria Antonietta Oppo, Rita Pacilio, Antonio Parente, Eugenio Gaetano Parrella, Gerardo Pedicini, Fabio Pelosi, Plinio Perilli, Arnolfo Petri, Luisa Pianzola, Relinda Caterina Piemonte, Pietro Paolo Poggi, Ivan Pozzoni, Annibale Rainone, Alessandro Ramberti, Vittoria Ravagli, Enzo Rega, Anna Maria Renna, Elena Ribet, Flavia Ricucci, Salvatore Ritrovato, Vincenzo Rizzuto; Lorenzo Rosini, Federico Rossignoli, Domenico Ruggiero, Anna Ruotolo, Silvio Sallicandro, Salvatore Salvatore, Meth (Simonetta) Sambiase, Cesare Santoli, Armando Saveriano, Raffaele Scarpellino, Valeria Serofilli, Angelina Sessa, Salvatore Sibilio, Emanuela Sica, Luciano Somma, Erasmo Sorice, Luigia Sorrentino, Agostina Spagnuolo, Antonio Spagnuolo, Antonella Taravella, Rossella Tempesta, Giuseppe Terracciano, Danilo Torrito, Lucia Trocciola, Liliana Ugolini, Antonietta Urciuoli, Raffaele Urraro, Irene Vallone, Elena Varriale, Giuseppe Vetromile, Rodolfo Vettorello, Ottorino Vigliotta, Salvatore Violante, Gerarda Zarra, Liliana Zinetti, Roberta Zoffoli. Inoltre: gli alunni della Scuola Primaria, gli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado di Guardia Lombardi

Un’idea di Domenico Cipriano
http://www.domenicocipriano.it

———————————-

CATALOGO
È stato realizzato un catalogo della manifestazione, edito dalla Delta 3 Edizioni di Grottaminarda, accolto nella collana “Ghirlande – Stéphanoi”, con la copertina realizzata dall’artista Giovanni Spiniello, in cui è possibile trovare tutte le poesie esposte, oltre ad un’appendice fotografica delle precedenti edizioni, corredato da introduzione e prefazione. Il catalogo sarà disponibile alla manifestazione.

Per prenotarlo: info@delta3edizioni.com – tel. 0825.426151

postato da: ivanomugnaini alle ore 13:07 | link |

——————————-

martedì, 20 settembre 2011
presentazione IL VOLTO OSCURO DELLA PERFEZIONE
Sabato 24 settembre 2011

Firenze
Libreria Melbookstore
Via de’ Cerretani, 16r
ore 21.00

Leonardo Gori e
Graziano Braschi
presentano

Il volto oscuro della perfezione
di Roberta Lepri

Sarà presente l’autrice

——————–

domenica, 11 settembre 2011
MISURE DEL TIMORE di Antonio Spagnuolo
Ho già proposto in passato in Dedalus i versi di Antonio Spagnuolo. Torno a farlo pubblicando cinque poesie tratte da Misure del timore, libro uscito di recente per i tipi di Kairòs con validi consensi di pubblico e critica. In calce alle poesie inserisco una recensione al libro scritta da Nando Vitali. Personalmente confermo che della poesia di Spagnuolo continuo ad apprezzare la capacità di muoversi su due fronti, quello della ricerca stilistica e quello della trasposizione della “corporeità”, nel senso nobile e sensualmente sano del termine, sul piano della metafora, della parola che si fa evocazione delle sensazioni più essenziali, più profondamente e autenticamente umane. Ed il momento della pacificazione, o meglio del trionfo dei due fronti in apparenza contrapposti, è quello in cui il sostrato linguistico si fa esso stesso tangibile, quasi concretamente percepibile. Non è un caso forse che nella lirica dedicata esplicitamente, a partire dal titolo, a “La tua poesia”, si faccia riferimento al “bisogno/ di toccare, palpare, ripetutamente il mio corpo/ per decidere ancora una volta la mia sopravvivenza”. È interessante anche la sovrapposizione, pregnante ed evocativa, tra il “tu” e “l’io”, tra l’esteriorità e l’interiorità, tra la l’attrazione e la coscienza-condanna dell’individualità: “l’anelito di uno sguardo furtivo/ distilla sillabe che bruciano nel nulla”. Ma la tensione verso l’altro rimane, vivida, per quanto, ora, la visione di Spagnuolo appaia più ampia e onnicomprensiva, in grado di dare misura, appunto, a quel timore connaturato nell’atto stesso di vivere, e, quindi, di amare. Tra “una sopresa di colori” e lo sbandare delle tempie. Una poesia che esplora, attraverso i meandri del corpo, i misteri del tempo e dei significati più autentici. E la sola risposta possibile è contenuta, come spesso accade in poesia, nella domanda stessa, nella tenacia del cercare, del correre verso un altro istante. IM
*

Antonio Spagnuolo –
da : “Misure del timore” – Ed. Kairòs 2011 –

Sillabe –
Aperto da una saetta imprevista ecco il buio
squarciato.
Il suo battere sul mio corpo seminudo,
sospeso dentro un solo risvolto,
mentre la mano , imperfetta, ricerca il bordo
della tua riserva.
Un gesto qualunque quasi spina
sulle labbra:
ho finalmente compreso cosa volesse Iddio,
per una strana follia che si risveglia,
se mancasse la parola per negarti
quella invocazione che mi costringe
a ripetere preghiere al di la della memoria…
Lentamente il silenzio ha ombre sfumate
per quella danza oscura che contorce
la paura d’essere inseguiti.
Il tuo ricordo ammorbidisce le rughe
e possiede le assenze di un abbraccio,
anche se non sfuggi alle misure del ventre
anche se ripetiamo un amore insinuato nei gesti
vorrei poterti dire che ho sognato
di nuovo , mentre ogni essenza ti allontana.
L’anelito di uno sguardo furtivo
distilla sillabe che bruciano nel nulla.
*
Ombra –
Il richiamo oscuro della civetta
ritorna al mio segno intimidito.
Oh, se fossi ancora con i piedi in terra
in questo slancio fremente, tra i singhiozzi,
oltre il richiamo delle telefonie,
oltre il contrasto di una ottusa bramosia,
accidentato al di là dei sorrisi,
nel flusso, in dono tra ritmo e sostanza.
Ogni minimo accento che consola
è l’indice di azzurri, è un solo pensiero
sottratto alle illusioni
lo strappo che si offre
per le difficili assenze in cui il pallore
dissimula occhi di vetro.
Siamo melissa da scoprire, in procinto
di mostrare altre mutilazioni.
Aspetto ancora l’esplosione della giovinezza
tra le rughe sconnesse, dove una strada
decida finalmente l’ombra del mio corpo.
*
Declino –
Non riesco a raccattare fogli
dispersi tra bugie
che recitammo per parlare d’amore:
consegnai timoroso sembianze al capogiro,
maliziosamente annidato nel sospetto.
Il tessuto del sogno tracciava l’ombre,
scrollando consonanze appena catturate
a trasgressioni,
alla violenza del distacco un simbolo
di gelsomini,
o la figura dimenticata degli eroi,
sempre eguali alla esclusione del possesso.
Senza fiato accenno illusioni:
rabdomante per finzioni
e raccatto pigrizie in questi anni
sorpresi all’improvviso declino.
*
Ricordi –
Come una volta ai miei ricordi,
quando la marina ripeteva richiami,
e gli scogli ascoltavano irrequieti,
ed il tramonto richiamava miraggi,
e le finzioni aggiravano sorprese,
e le acerbe lividure tornavano alle sere,
e brividi tormentavano il fascino delle ombre,
sgranare in silenzio qualche ritaglio
già seppellito più volte
per rinchiudermi nella solitudine.
Una sorpresa di colori,
come riserva ancora primavera,
misconosciuta nel volgere dei giochi
tra le carni per imperfezioni,
quasi mascherata da fiamme
per le mie urgenze che hanno il mutamento
della pelle che arrossa.
Hai l’ultima confidenza con le mie parole
per lasciare le corde degli estremi.
*
La tua poesia –
Incendia pure qualche ritorno, perché ho bisogno
di toccare, palpare, ripetutamente il mio corpo
per decidere ancora una volta la mia sopravvivenza…
Ormai eterea la tua poesia
è diventata un tappeto di muschio
una sottile leggera sospensione
dai rigurgiti del quotidiano rincorrere,
e sappiamo che la ruggine ci attacca
come il filo del nulla in una cava di gesso.
Questa la melanconia che mi distingue
nel rimpianto di quel che è accaduto
ed incompiuto ha atteso che le mani
sapessero della digressione.
Ti chiesi di rubare l’ultimo rifugio
a mezza voce
per il timore di sbandare le tempie
toccando il letto nella combinazione esatta.
*

* * *
Nota di Nando Vitali a
Antonio Spagnuolo : “Misure del timore” – Ed. Kairòs 2011 – pagg. 168 – € 14,00 –
Venticinque anni di versi che formano un tessuto unico perfettamente controllato dal linguaggio calibrato delle parole. Un chiarore sensuale, amoroso, che per il lettore diventa lentamente una sorta di meccanismo perfetto che coinvolge, resta nella bocca, negli occhi, sotto pelle.
Esempio di come l’esattezza, diremmo scientifica, della grammatica, e il suono dell’urgenza di un grido necessario, ineludibile, si mischiano. E resistono al disfarsi del tempo. Nella dimostrazione di quanto l’atto creativo venga prima del tempo , e duri oltre la corrente del suo disfarsi.
Un viaggio che rasserena e turba somigliando a un’ombra di passaggio, o al giro completo di un intero alfabeto.
Antonio Spagnuolo ha saputo vincere la sfida del ritmo, dimostrando di possedere una vocazione verso la vicenda del poetico molto più forte e viva di tanti suoi compagni di strada, che hanno continuato stancamente a produrre libri e libri sempre con gli stessi moduli stereotipati da velleità avanguardiste. Misure del timore ci fornisce una mappa di questo viaggio nella creatività. In venticinque anni, Spagnuolo ha pubblicato qualcosa di nuovo, meritandosi un consenso critico che non ha mai lesinato lodi e riconoscimenti. La novità del suo dettato può riassumersi in due punti, o meglio snodi, fondamentali: l’adesione dello stile, ripianato e purificato dai trascorsi cerebralismi, al proprio mondo sentimentale, ed un tuffo negli affetti, tentazioni, timori, su diun piano esistenziale, corporeo e palpabile, che ha trovato uno suo sbocco nell’onirico e nell’erotico, con soluzioni divinanti pregne di simboli e accertamenti veritativi.

Nando Vitali

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...