Libreria del Mondo Offeso: settimana dedicata ad Antonio Tabucchi

Postato il

antonio tabucchi

LIBRERIA DEL MONDO OFFESO

Settimana dedicata ad Antonio Tabucchi

con Andrea Bajani e Eugenio Allegri

giovedì 14 marzo h. 19.00

Andrea Bajani con il suo libro MI RICONOSCI Giangiacomo Feltrinelli editore

insieme a Ranieri Polese

Uno dei migliori scrittori italiani, Andrea Bajani, si lascia chiamare dentro il dolore di una perdita e ricostruisce la storia di un’amicizia luminosa, complessa, a volte tormentata. L’amicizia per Antonio Tabucchi.

sabato 16 marzo h. 17.30

Eugenio Allegri con la lettura del testo teatrale “Una Piazza d’Italia”

Quando Garibaldo, quel giorno da chiodi, si beccò la pallottola in fronte, mentre stramazzava nella confusione della piazza volle avere l’ultima parola. Ma invece la lingua liberò un gorgoglìo squaccheroso che udirono solo i pochi che gli stavano intorno.

“Abbasso il re!”

Il sasso gli sdrucciolò di mano e rotolò fino al rigagnolo della fontanella. Sul viso gli rimase ghiacciato un sorriso furbesco, di accidenti a me, perché aveva fatto in tempo ad accorgersi, nel breve tragitto dal monumento alla polvere, che la nebbia della morte gli aveva confuso proprio l’ultima frase. La pallottola che gli aveva cercato la fronte non usciva da un moschetto della guardia regia: il re ormai aveva fatto fagotto e vigeva la costituzione della repubblica fondata sul lavoro. Le mani annaspanti che sciolsero il fiocco nero in due grandi nastri svolazzanti sciolsero anche l’assiepamento della folla, che si disperse nella luce della sera. Garibaldo restò solo, con un sorriso ironico, davanti a tutti quei caschi in fila che si guardavano reciprocamente le pistole abbassate.

E così, mano mano piazza qui passò la lepre pazza… abbiamo cominciato a giocare con la sua piazza…

Un cordiale saluto a tutti. Antonio Tabucchi

Poi l’odore della carta mi ha dato alla testa. Da allora mangio baccalà, Vittorini e Tabucchi.

L’influenza di Vittorini sul romanzo portoghese del dopoguerra. E con quella nostalgia affiorò il puzzo di baccalà fritto del self service della Biblioteca dove aveva pranzato per settimane intere. Baccalà e Vittorini.

(La testa perduta di Damasceno Monteiro)

Ed è nata la Libreria del Mondo Offeso.

Libreria del Mondo Offeso VIA CESARE CESARIANO N. 7 cap. 20154 MILANO tel. 02. 36 52 07 97 – 02. 36 52 18 21

MM Moscova – Bus 43, 57, 94, 70 Tram 12, 14, 2, 4, 1, 19 Bike me P.zza Santissima Trinità ang. Via Canonica, Parcheggio Auto

e-mail: libreriadelmondooffeso@fastwebnet.it;libreriadelmondooffeso@gmail.com

Orari d’esercizio: Lunedì 15.00-19.00 da Martedì a Sabato 10.00-20.00 Domenica chiuso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...