Petite suite. Per ringraziare la pioggia del mattino

Postato il

di Ivano Mugnaini

Così che il mondo
si vede come socchiudendo gli occhi
nuotar nel biondo

Eugenio Montale, Minstrels da
C. Debussy, in Ossi di seppia, 1927

Debussy“Ritornello rimbalzi / tra le vetrate d’afa dell’estate./ Acre groppo di note soffocate,/ riso che non esplode/ ma trapunge le ore vuote./ Musica senza rumore/ che nasce dalle strade,/ s’innalza a stento e ricade/ e inumidisce gli occhi, così che il mondo/ si vede come socchiudendo gli occhi/ nuotar nel biondo”. Sono questi i versi che vorrei scrivere, se fossi un poeta. Un giorno qualcuno, ne sono certo, tramite queste parole darà forma e voce alle mie note. Aspre, acri, nuove. Come il pensiero di lei, timore e attrazione infinita per l’occhio di tigre in molli rotondità. Morte in artigli di rosa.

La mia musica è modellata su di lei, l’immagine, la presenza in me di lei. L’essenza. Violenze travestite da…

View original post 2.503 altre parole

Annunci

Un pensiero riguardo “Petite suite. Per ringraziare la pioggia del mattino

    Mariapia Quintavalla ha detto:
    19 dicembre 2013 alle 16:16

    caro Ivano, se è un augurio natalizio,,,,touchée

    MPia Quintavalla

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...