maria zimotti

Letture allo specchio (2): Maria Zimotti

Postato il

Due volti di donna Dama ermellino

In questo romanzo agile e corposo l’autore ci porta nel passato alternativo di un Leonardo da Vinci in crisi di identità. Nel 1498 Leonardo da Vinci è una star acclamata. Nel corso di un viaggio tempestoso, descritto con tratti che evocano fin dall’incipit l’angoscia esistenziale che lo accompagnerà per tutto il testo, incontra un suo sosia.

Il gioco del doppio è presto fatto. Grazie a questo stratagemma Leonardo entrerà in profondità dentro se stesso utilizzando il sosia come camera di compensazione delle sue confessioni più recondite coltivando l’illusione di poter essere finalmente libero dall’immagine di sé che il mondo conosce.

Come in uno specchio, i ruoli si confonderanno alimentando i dubbi, piuttosto che risolverli.

Il lettore si trova di fronte ad un testo colto ma scorrevole che può tendere all’universalità dello stile e del contenuto per l’utilizzo di un linguaggio moderno ma non anacronistico rispetto alle vicende narrate.

Tra i diversi aspetti da sottolineare rispetto ai molteplici spunti di riflessione offerti al lettore, una in particolare secondo me vale la pena evidenziare.

In un passaggio fondamentale del testo nel quale Leonardo da Vinci fa partecipe il suo sosia, Manrico, della sua impasse rispetto al perfezionamento di uno dei dipinti che diverrà poi il simbolo stesso della sua opera, ovvero La Gioconda, è descritto mirabilmente il processo della creazione artistica dal quale si evince come ciò che fa di un’opera d’arte un capolavoro, un “quadro che parla”, è l’espressione della sua carnalità che sovrasta i secoli intatta.

(la recensione completa a questo link http://www.ivanomugnaini.it/letture-allo-specchio-2-maria-zimotti/ )

Daniela Raimondi al Circolo Arci Turro

Immagine Postato il

Daniela Raimondi al Circolo Arci Turro

MERCOLEDÌ 15 GENNAIO 2014 – ORE 21:30

DANIELA RAIMONDI

Evento più unico che raro! Una delle grandi poetesse italiane, cantrice del senso di appartenenza e della condivisione dell’universo femminile che si traduce in una poesia impregnata di una letterarietà vivissima sarà a Turro MERCOLEDÌ 15 GENNAIO.

Il pathos che caratterizza le sue liriche sarà suggellato dalla sua intensa interpretazione dal vivo.

ma ero

viva.

Sapevo che oltre quelle mura

esisteva una terra nera e semplice:

il profumo del basilico, le lenzuola stese al sole,

una fila di formichine nel silenzio della selva

Sono questi alcuni versi della sua ultima pubblicazione La regina di Ica, il frutto maturo della sua poetica che ci porta nella sacralità della parola cruda e di forte impatto emotivo delle donne.

Daniela Raimondi è nata in provincia di Mantova e vive in Inghilterra dove si è laureata in Lingue e Letterarature Moderne e dove ha conseguito un Master in letteratura ispano-americana presso il King’s College dell’Università di Londra. Insegna italiano come lingua straniera. Ha ottenuto Il Premio Montale per Inediti e numerosi premi e riconoscimenti a concorsi letterari nazionali sia per la poesia sia per la narrativa. Suoi testi sono stati tradotti e pubblicati in inglese, spagnolo, ungherese, sloveno e serbo croato. È stata selezionata per rappresentare l’Italia all’ European Poetic Tournment in Slovenia, dove ha ottenuto il Premio Del Pubblico (2012). Fa parte di diverse giurie di premi letterari e suoi testi sono presenti in vari blog di poesia. Ha pubblicato racconti e poesie su quotidiani e varie riviste letterarie, fra queste: Poeti e Poesia di Roma, La Luna di Traverso, Origini, Il Foglio Letterario, Le Voci della Luna, Zeta, Tam Tam, L’Osservatorio Letterario, Palazzo San Vitale, Tratti, Fermenti, la rivista inglese Fire e la rivista americana Gradiva di New York.

Ha pubblicato: Inanna, ed. Mobydick; Mitologie private, ed. Clandestine; Entierro, ed. Mobydick; Diario della luce, ed. Mobydick; La regina di Ica, ed. Il Ponte del Sale.

Per l’occasione prima della presentazione ci sarà un happy hour al prezzo speciale di 9 euro.

I CURATORI: MARIA ZIMOTTI E LUCIANO MONDINI

Mercoledì 15 gennaio – ore 21:30

Circolo Arci Martiri di Turro

via Rovetta, 14 – Milano

(M1 Turro)